Quando si parla di sicurezza informatica ci si riferisce a tre concetti principali: riservatezza, integrità e disponibilità del dato.

Un piano di disaster recovery correttamente impostato prevede di rispettare misure minime di sicurezza che consistono sia in un’infrastruttura IT virtualizzata e con un backup 3-2-1, sia nell’attivazione di dispositivi e servizi di protezione perimetrali ed endpoint quali UTM firewall, antivirus, antispam e sistemi di autenticazione.

La mancata attivazione di corrette policy di sicurezza informatica comporta oltre a rischi inerenti al dato stesso, anche la non conformità rispetto alle più recenti normative europee, ovvero il nuovo GDPR General Data Protection Regulation- Regolamento UE 2016/679 in materia di privacy e protezione dei dati personali.

Easytech attraverso audit di sicurezza informatica e grazie alla collaborazione con consulenti legali specializzati in tema di privacy, verifica il livello di sicurezza informatica della tua azienda, suggerendo quali strumenti e processi integrare al fine migliorarne il livello di protezione, ridurre rischi, renderti compliant alla normativa e ultimo ma non meno importante, garantire serenità e business continuity.

Image module

Easytech sceglie Watchguard come vendor di riferimento, oltre a esserne partner certificato.

Un dispositivo UTM Firewall consente di lavorare sulla protezione della rete a livello perimetrale, proteggendo la rete interna da quella esterna, filtrando pacchetti dati in ingresso e in uscita e valutandole il contenuto applicativo (packet filtering e content filtering).

Perché Watchguard? Perché rispetta lo standard di modello ISO/OSI Layer 7 rispettando tutti i protocolli di comunicazione, partendo dal livello fisico fino a quello applicativo.

Assicura scalabilità con progressi hardware, il suo sistema operativo proprietario è il migliore del settore comprovato da riconoscimenti internazionali, la console di gestione è semplice e accessibile ovunque.

 

Easytech sceglie Libraesva come vendor di riferimento, oltre a esserne partner certificato.

Questa soluzione è molto più di un semplice antispam, è un’applicazione virtuale di sicurezza e-mail (ESVA) che agisce a livello perimetrale, attraverso 14 filtri di protezione, verificando il traffico email prima che raggiunga i server di posta.

Di motivi per sceglierla ce ne sono parecchi, eccone tre:

  • Eliminare lo spam, senza il rischio di perdere messaggi utili
  • Ridurre al 99,99% il rischio di scaricare malware
  • Assicurarsi che i nostri messaggi arrivino al destinatario senza essere etichettati come spam

 

Perché proprio Libraesva? Perché questa soluzione si conferma anno dopo anno sul mercato internazionale, testimone Virus Bulletin

Easytech sceglie Symantec come vendor di riferimento.

L’attivazione di un antivirus endpoint corrisponde alla misura minima di sicurezza informatica a livello di protezione client.

Secondo recenti statistiche, il 65% degli attacchi mirati colpisce piccole e medie imprese e la versione Endpoint Protection Small Business con 5 livelli di protezione dedicati a client e server, offre diversi vantaggi:

  • Agent unico e leggero
  • Console cloud
  • Remote Monitoring
  • Interfaccia intuitiva
  • Protezione Mac
  • Performance ottime

Perché Symantec? Perché oltre a offrire soluzione di sicurezza informatica valide e di comprovata efficacia, nel 2017 si conferma per la tredicesima volta consecutiva come leader in sistemi di protezione endpoint nel Quadrante Magico di Gartner.

Easytech sceglie Symantec come vendor di riferimento.

Una soluzione di autenticazione a più fattori o strong authentication garantisce protezione dell’identità durante l’accesso a qualsiasi cloud o applicazione on-premises.

L’autenticazione può essere gestita in diversi modi: mobile/desktop OTP, push verification, security token/card OTP, Biometric Fingerprint, SMS OTP, Voice Call OTP, Device ID.

Perché scegliere soluzioni di strong authentication? Per lavorare da qualsiasi dispositivo, semplificare gli accessi remoti, fornire accessi universali sicuri, negare l’accesso a dispositivi compromessi o non autorizzati, scegliendo un partner con 20 anni di comprovata esperienza e con 80 milioni di convalide mensili.